UISP UNDER 40

LA RESISTENTE / GASMARINE 0-1

È cominciata ieri l’avventura delle nostre squadre a 7 impegnate nei campionati Uisp. Aspettando i “vecchietti terribili” della squadra Over 40 che esordiranno mercoledì 17, ieri hanno fatto il loro debutto i nostri “zueni”.

Nonostante una prestazione tutto cuore, hanno subito una sconfitta di misura (0-1) nel campo di casa di Oregina contro il Gasmarine.

LIDO SQUARE – LA RESISTENTE 1-1

Campionato di seconda categoria 2021/22

Campo sportivo Pertini – Multedo

Bella prova e buon pareggio per la compagine socialista contro il Lido Square, formazione giovane e ben organizzata, fino a ieri a punteggio pieno.

Ore 11:03, il clima sugli spalti è già festante, è quello di casa per i numerosi tifosi assiepati sulle gradinate di metallo del Sandro Pertini, dove tutto iniziò nel 2017. E subito al 9’ su calcio d’angolo arriva il vantaggio nerorosso. Capitan Incandela prova un colpo di testa ma viene anticipato da un difensore che allontana il pallone dalle parti del dischetto dove si trova Decamilli che si coordina magistralmente ed al volo fa partire un fendente che si insacca alla sinistra del portiere (segna sempre lui..). 1-0.

Una volta in vantaggio, gli atleti socialisti continuano a far girare bene la palla, cercando di pungere quando possibile ed al 15’ sempre Decamilli mette un pallone insidioso in mezzo all’area che non viene raccolto da nessuno dei suoi compagni. I biancoblu si vedono solo poco prima del 20’ con una ripartenza rapida.

Il nostro Navone ci prova poi per ben 2 volte con tiri da fuori ma senza impensierire troppo il portiere ponentino. Al 25′ Ippolito va giù in area in un contrasto dubbio ma l’arbitro non se la sente di fischiare il rigore. Ancora Navone mette un cross in mezzo molto pericoloso e Decamilli salta di testa anticipando Incandela che sembrava meglio piazzato.

Nel finale i lidini si spingono in avanti e al 35’, su un sospetto fuorigioco, un attaccante si trova a tu per tu con Annibaldi e lascia partire un tiro basso ma l’estremo difensore nerorosso si distende bene e para. 3 minuti dopo un giocatore biancoblu cade in area ma anche stavolta la signora arbitro non fischia.

Al 45′ arriva però il pareggio: un attaccante avversario si infila bene in velocità in mezzo alla linea difensiva nerorossa e fa partire un tiro che Annibaldi stavolta non riesce a deviare. 1-1 e squadre negli spogliatoi.

Il secondo tempo si apre con lo stesso copione del primo: buona impostazione di gioco dei nerorossi che provano subito a riportarsi in vantaggio, mentre lo staff tecnico decide di fare qualche cambio per mettere in campo forze fresche.

Al 51′ Navone su punizione mette la palla in area dove svetta Iencinella che manda di poco alto. Al 64′ si fa male Ippolito che rimane a terra e viene sostituito da Cirillo. Al 72′ Decamilli si invola sulla fascia e mette una palla molto interessante ma Cirillo calcia fuori. Poco dopo si fa male anche Gerbaudo, colonna portante della retroguardia nerorossa, che sente tirare il muscolo e chiede prontamente il cambio. Al suo posto entra Picetti, autore di una buonissima prestazione nonostante l’ingresso a freddo. Al 77’ sempre Navone su punizione sfiora il palo sinistro dando ai tifosi l’impressione del gol. La capolista Lido prova a sua volta a costruire gioco ma si scontra con la ben organizzata retroguardia socialista. Al 80′ il nostro Macciò mette una palla precisa sul subentrato Beneskhoune che però calcio fuori. Al 85′ ancora un’occasionissima per tornare in vantaggio: Decamilli su una ripartenza si trova libero fuori dall’area ma non centra la porta. Al 95’ dopo ben 5 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine della partita.

Un buon pareggio alla fine, considerato anche il valore degli avversari. Siamo comunque soddisfatti per la grinta e la voglia di portare a casa il bottino pieno, senza timori reverenziali. E nel nostro piccolo pensiamo che anche l’aria di “casa” del Sandro Pertini abbia influito..

“Ho incontrato te a Multedo Beach!”

🌴

RAVECCA – LA RESISTENTE 5-3

Coppa Liguria 2021/22

Campo sportivo 25 Aprile – Genova

Sconfitta ieri sera per i nostri atleti che, pur essendo già matematicamente fuori dalla Coppa Liguria, non hanno sfigurato nell’ultima partita del girone contro un buon Ravecca, che chiude così a punteggio pieno questa prima fase della competizione. I gol nerorossi sono stati messi a segno da Ippolito (dagghe Ippo!) Navone (che bomba su punizione!) e Decamilli (miglior marcatore al momento in questo inizio di stagione).

Grazie comunque per la voglia di combattere anche se il passaggio del turno ci era già precluso!E grazie a tutti coloro che, nonostante la giornata feriale, l’orario scomodo e la pioggia battente, ci hanno messo tempo e impegno, dagli atleti in campo allo staff tecnico (che non finiremo mai di ringraziare), dal presidente in versione guardalinee a chi ieri era in gradinata a supportare la squadra.

Ora testa al campionato che domenica si torna a Multedo Beach, dove tutto è cominciato…

LA RESISTENTE – C.E.P. 1-0

Campionato di seconda categoria 2021/22

Campo sportivo Ca’ de Rissi – Molassana

Vittoria finalmente!

Arriva il primo successo in campionato, il primo in assoluto in Seconda Categoria (visto che l’anno scorso il campionato non è manco iniziato), che i tifosi e tutto il nostro mondo aspettavano da tanto.

In una grigia e fredda giornata autunnale, la partita comincia puntuale alle 11:30 e da subito i nerorossi padroni di casa spingono sull’acceleratore. Decamilli al 3’ si trova a tu per tu col portiere avversario ma calcia male sprecando una ghiotta occasione per sbloccare subito il risultato. Ma è il primo segnale di un superiorità evidente durante tutto il match. Una Resistente ordinata, infatti, terrà sempre in mano il pallino del gioco, pur non riuscendo ad essere particolarmente incisiva dalla trequarti in sù, come già accaduto in passato.

Al 10’ ci prova Camandona con un bel tiro che esce di pochissimo e mette i brividi ai ponentini. Ancora Decamilli tenta di impensierire il portiere avversario con una conclusione da fuori non troppo pericolosa. E qualche minuto dopo sempre Decamilli, sfruttando un errato rinvio dell’estremo difensore del Cep, prova un pallonetto dal limite dell’area che non centra per poco il bersaglio. È poi il turno di Iencinella che lascia partire un altro tiro da fuori che finisce per l’ennesima volta a lato.Solo a questo punto si vede la prima reazione del Cep, con una ripartenza che si rivela però infruttuosa.

Si continua così con La Resistente padrona del campo per tutto il primo tempo ma senza riuscire a capitalizzare questa netta superiorità.La seconda frazione di gioco si apre invece con una occasionissima per gli ospiti, sventata dal portiere nerorosso Annibaldi che, con un prodigioso intervento, devia sulla traversa un tiro pericolosissimo di un avversario. Superata la paura, gli atleti socialisti tornano a dominare la partita e creano tre buone occasioni da gol in rapida sequenza che però non si concretizzano: la prima con una punizione da fuori di Gerbaudo, la seconda con Traldi e la terza con Camandona su una veloce ripartenza.

Bisogna così aspettare fino al 68’ per vedere il tanto atteso gol. Beneskhoune (subentrato da poco ad Ippolito) controlla un pallone sui 30 metri, si coordina bene e fa partire una sassata che rimbalza quasi all’altezza del dischetto e si va ad infilare nell’angolino! Che gol all’esordio con i colori nerorossi, tanta roba!Esplode di gioia la Curva Est che, seppur a ranghi un po’ ridotti rispetto al solito, non ha fatto mancare il proprio sostegno alla squadra per tutti i 90 minuti, spingendola alla vittoria.

Gli avversari, dopo il gol incassato, provano una reazione ma timida e confusa, e, a parte due punizioni da fuori, non si rendono mai troppo pericolosi. Gli atleti socialisti invece continuano a tenere il pallino del gioco e in un paio di occasioni almeno vanno vicini al raddoppio. Prima con un tiro da fuori di Traldi e poi con il subentrato Navone che calcia una bella punizione dalla trequarti che nessuno dei suoi compagni riesce a deviare in porta. Lo stesso succede poco dopo su calcio d’angolo.

In chiusura di match Beneskhoune fa un altro gran numero e serve Incandela che non riesce a bissare meritatamente il vantaggio. Solo un ultimo sussulto nel recupero, su una punizione dal limite del Cep che finisce fortunatamente fuori dallo specchio della porta. 3 punti preziosi, 3 punti meritati per quello che si è visto in campo, che però non devono illudere: la strada è lunga e dura ma, come dice quella vecchia canzone partigiana, “eppur bisogna andar”.. Avanti atleti socialisti!

Avanti Resistente!

👊🏻

DINAMO SANTIAGO – LA RESISTENTE 3-1

Campionato seconda categoria 2021/22

Campo sportivo Taviani / San Giorgio – Bavari

Sconfitti.. ma ora sù la testa!

Arriva una sconfitta più che meritata in questa seconda giornata di campionato con un bel sole che accoglie sulle gradinate una nutrita rappresentanza di tifosi nerorossi in questa trasferta mattutina al Taviani di Bavari. Il match comincia con i padroni di casa che sembrano più presenti in campo e, con un buon giro palla, si mostrano subito padroni del gioco rivelandosi molto pericolosi anche sotto porta in almeno un paio di occasioni (un tiro infido deviato sopra la traversa da un attento Notari ed una conclusione a botta sicura intercettata sulla linea di porta da un difensore nerorosso).I nostri atleti col passare dei minuti riescono però a prendere le misure alla Dinamo e cominciano a farsi vedere nella metà campo avversaria ma limitandosi a qualche tentativo da fuori e ad un paio di corner. Ed è proprio su un calcio d’angolo, al 36’, nel nostro momento migliore, che arriva il primo gol dei biancorossi locali. Un avversario, dopo aver recuperato un pallone nella sua area, serve un compagno che, contrastato in modo troppo poco convinto dai nostri giocatori, si fa di corsa quasi tutto il campo e la scarica bene ad un altro compagno, che beffa l’estremo difensore nerorosso.

1-0. Appena 2 giri di lancetta e al 38’ arriva il raddoppio della Dinamo. Un avversario, complice una distrazione difensiva, si trova a tu per tu con Notari e colpisce male il pallone che rimbalza davanti all’incolpevole portiere socialista scavalcandolo.

2-0. In soli 120 secondi i nostri atleti subiscono così un uno/due che lascia il segno, ma riescono a reggere il colpo fino al duplice fischio, senza incassare altre reti. Chi non sembra essere sotto nel punteggio è la solita Curva Est che si infiamma ancora di più per spingere alla rimonta i propri beniamini. Entrati in campo per la seconda frazione di gioco, i giocatori nerorossi sembrano infatti rinvigoriti, e provano a buttarsi generosamente in avanti, ma proprio nel momento di massima spinta, come nel primo tempo, arriva il terzo gol degli avversari. Calcio d’angolo da sinistra e un giocatore biancorosso svetta di testa colpendo bene il pallone che tocca il palo e si insacca (Houston abbiamo un problema.. sui calci d’angolo).

Al 50’ è quindi 3-0.Sembra la fine di una partita che ormai non ha più niente da dire. Ma ecco che arriva una bella reazione d’orgoglio e di carattere da parte di tutta la compagine socialista, in campo come sugli spalti. E al 63′, proprio mentre un fumogeno arancione colora la gradinata che canta più forte incurante del risultato, Camandona, dopo essersi ben smarcato in area, fa partire un tiro a giro bellissimo che si infila preciso ad un metro dal palo.

Eurogol! 3-1. La Est esplode e, vedendo la garra con cui giocano i nostri atleti, li incita a raggiungere una quasi impossibile rimonta. Qualcuno, come Favre, ce ne mette anche troppa di garra e si fa espellere per proteste, lasciando i compagni in 10. I nerorossi continuano però a provarci con più cuore che ordine, spingendosi in avanti ma esponendosi in almeno un paio di occasioni alle pericolose ripartenze avversarie. Tra i tanti che ci provano, dannandosi la vita per riaprire la partita, anche Gerbaudo, che menzioniamo per la solita prestazione tutta cuore (e tecnica).

Ma, nonostante la grinta e le occasioni create, non molte ad essere sinceri, il risultato non cambia più fino alla fine. Prima sconfitta stagionale ma tutti sotto la gradinata a ricevere applausi e cori dalla Est, che col suo calore e colore è la vera vincitrice della giornata. Resta ancora molto da registrare, ma l’essere usciti dal terreno di gioco con la maglia sudata e la reazione d’orgoglio dopo il 3 a 0 ci fanno ben sperare per il futuro e continuare a cantare a squarciagola “voglia di stringersi e poiiiii..”.Stando davvero stretti e uniti siamo infatti sicuri che ci prenderemo le nostre soddisfazioni in questo difficile girone di Seconda Categoria.V

AMOS RESISTENTE!

🖤
❤️